UN MESE DA IGIENISTI 04 – Ultimo sprint

UN MESE DA IGIENISTI 04 – Ultimo sprint

2113
0
QUOTA

Vedi anche:
UN MESE DA IGIENISTI 00 – Diario del passaggio da una dieta “normale” a una vegana-crudista
UN MESE DA IGIENISTI 01 – Il seguito
UN MESE DA IGIENISTI 02 – Dai che ce la facciamo
UN MESE DA IGIENISTI 03 – Terza settimana

Giorno 21: tre settimane interamente conquistate, siamo molto fieri di noi! Si dice che dopo 21 giorni tutto si possa conquistare. Nuove connessioni a livello cerebrale si formano e abitudini come il bere o il fumare (quindi io penso anche il mangiare) scompaiono o almeno le voglie non si fanno piú sentire e io ci credo. Oggi è una giornata easy a livello emozionale, anche se molto impegnativa a livello fisico e mentale. Mi sento di buonissimo umore e con una carica di energia. Mi sembra addirittura di vederci meglio che mai, con una vista ad alta definizione.
Giorno 22: mi rimangio quello che ho detto il giorno precedente. Giornata non troppo facile, giá alla mattina mi immagino una bella pasta, anche solo con il sugo al pomodoro. Gnam! Sono un po’ stanca, forse perché non ho dormito benissimo, e allora mi prendo un po’ piú di tempo per rilassarmi e vedere un film, visto che posso. Il morale è comunque alto visto che manca solo una settimana e mezza.
Giorno 23: è cominciato bene, ma è finito male! Siamo scesi al centro per alcune commissioni, ma ci siamo stati troppo a lungo perché a un certo punto gli odori dell’ora di pranzo mi hanno travolta e il resto della giornata l’ho passata con le voglie. Voglia di mangiare ma di fare nient’altro, giornata che dalle 15:00 del pomeriggio è stata improduttiva. L’ultima ora di questa giornata l’ho passata a lamentarmi di cose inutili e a parlare di cibo. Chi dice che dopo 21 giorni le abitudini cambiano, stava gloriosamente mentendo.
Giorno 24: giornata allegra, andiamo a Loja, la cittá piú vicina al mio villaggio. Normalmente andare a Loja è molto stressante, da grande cittá è cupa, piena di smog, super veloce e ovviamente piena di tentazioni!! Ma ci prepariamo per bene e ci rimpinziamo di manghi e papaya; ci portiamo con noi due mele e tre arance. Beh, ci siamo divertiti molto alla fine, siamo andati al supermercato! Sí, un supermercato come c’è in Italia, l’unico da queste parti. Ridiamo sul fatto che non possiamo mangiare quasi niente qui, ma compriamo un po’ di quelle cose “proibite” come la pasta De Cecco e il latte di cocco senza conservanti. Riusciamo a fare molte conquiste e per pranzo ci mangiamo delle noci macadamia con germogli di alfa-alfa. Ovviamente dopo Loja non si fa piú niente.
Giorno 25: Mi sono sentita molto bene, tutto il giorno, e ci voleva! Gli ultimi due giorni sono stati difficili, invece questo è trascorso senza pensare al cibo, è stato produttivo, mi sento in forze e con energia mentale. Per due giorni consecutivi non ho fatto attivitá fisica, cosí oggi mi sono rifatta. In questo giorno mi sembra di volare da una cosa all’altra senza farmi troppi problemi.
Giorno 26: Giornata rilassante, siamo andati al mercato alle 06:30 e abbiamo comprato la miglior frutta e verdura. Giornata tranquilla, rilassante e gioiosa. Abbiamo studiato ma niente meditazione o calistenia progressiva.
Giorno 27: Ottima giornata, molto impegnativa, tra commissioni varie, classe di spagnolo, giardinaggio e calistenia. Una giornata che non poteva che finire con la mia cena preferita: frullato di ¼ di cocco, ½ tazza di uvetta, 1 banana media e acqua di cocco su 2 banane grandi tagliate a rondelle. Deliziosooooo!

A livello fisico – Giá solo dopo qualche settimana di regime vegano-crudista (igienista) a base di frutta e verdura, germogli, semi e frutta essiccata, è da notare la menstruazione non solo scarsa, ma quasi inesistente! Se all’inizio pensavo sempre al sale, ora mi sto abituando alle pietanze – insalate senza alcun tipo di condimento e con piacere.
A livello mentale – Se di solito mentalmente mi sento davvero forte, quest’ultima settimana non la vedo facile. Mi sembra ovvio che ora come ora sarebbe stupido lasciar andare e sicuramente non lo faró, perché quando dico che faccio una cosa poi la faccio, altrimenti me ne starei zitta. E ancor di meno sarei pronta ad un fiasco in diretta. Ah! Ma anche se non è facile, consiglierei a tutti di provare, tutti hanno bisogno di una ripulita interna.
A livello emozionale – Sempre alti e bassi. Ci sono dei momenti in cui mi sento giú, specialmente la sera prima di dormire, forse perché sono stanca dalla giornata; peró ci sono poi altri momenti di estasi e benestare. Non è di certo facile cambiare le proprie abitudini e c’è da portare rispetto a quelle persone che ce la fanno.
A livello spirituale – Sono molto focalizzata sui miei obiettivi di quest’anno (io e Nic facciamo sempre una lista di obiettivi da raggiungere che poi appendiamo sul frigorifero), l’anno scorso mi stavo lasciando un po’ andare all’anda Ecuadoriana, ma ora ho ritrovato la motivazione e la grinta. Durante la meditazione sento un profondo benessere.

Mestruazioni: secondo gli igienisti il ciclo mestruale femminile è il motivo per il quale le donne vivono in media di piú degli uomini. Le mestruazioni sono una via per portare le eccessive tossine fuori dal corpo umano; tossine derivanti da cattive abitudini alimentari, soprattutto dal consumo di proteine animali (specialmente della carne) e dei grassi (specialmente quelli animali). Gli igienisti concordano anche che il consumo di questi prodotti, ai quali non siamo biologicamente adattati, provvedano per una morte prematura (in paesi dove il consumo di grassi derivati dalla carne è piú alta, anche l’incidenza di mortalitá dovuta a cancri al seno, alla prostata e al colon è piú elevata). La documentazione, gli studi e le ricerche che dimostrano che la carne è un prodotto indesiderabile nella nostra dieta è cosí evidente, che è strano che cosí tante persone intelligenti perpetuino nel suo consumo.
Dimenticatevi di carne e prodotti animali e vi dimenticherete della sindrome premestruale, niente piú dolori, emicrania, odori sgradevoli, continuo cambio di assorbenti. E, a proposito di assorbenti, sarebbe diligente ponderare sull’uso di quelli di cotone lavabili e quindi riutilizzabili.

Come finirá l’avventura igienista? Cosa dirá il medico? E le analisi? Scoprilo qui.

Unisciti anche tu al Blog de ilDragoParlante, inserendo la tua mail in alto a destra, cosí da non perderti i prossimi articoli ed eventi! Connettiamoci anche sulla pagina Facebook e vediamoci sul canale YouTube de ilDragoParlante

Un voto per il tuo parere:

NON CI SONO COMMENTI

LASCIARE UNA RISPOSTA