QUOTA

Circa un mesetto fa mi ha contatta Roberto, scrivendomi un messaggio su facebook di come lui, leggendo dei miei post, ha scoperto di essere un igienista naturale. Si nutre di cibo crudo, fa molto sport, medita usando il metodo zen e studia filosofia delle religioni. Ha finito il messaggio regalandomi un libro di Saint Germain “Io Sono”, un pensiero che mi ha riempito di gioia!! Ecco qui un suo articolo sulla meditazione per chi volesse avvicinarsi al proprio mondo interiore. Perché sappiamo, tutto comincia e finisce qui. Grazie infinite Roberto!

Il voler iniziare a meditare è sicuramente encomiabile. Inizio col dire di non crearsi aspettative riguardo quello che maggiormente si sente dire sulla meditazioni, di viaggioni sensoriali ed esperienze ultramistiche frutto di una mente troppo attiva. Meditare porta nel vuoto, nel PERDERE COSCIENZA del proprio corpo e della propria mente sfociando come un fiume nel mare infinito dell’UNITA’.

zafuProcediamo passo per passo, anche la quercia nasce da un seme.
Come prima cosa prenditi 45 minuti al giorno da dedicare alla meditazione e per questo alla tua parte più intima, la tua interiorità. Io uso uno Zafu per aiutarmi nella postura, in modo da avere una posizione seduta rilassata ma che impone una presenza per non afflosciarsi, si possono usare anche altri tipi di cuscini per raggiungere lo scopo; la schiena dritta, le ginocchia devono toccare terra nella posizione a mezzo loto (per me) o a loto completo se si riesce, le mani vanno bene posate sulle ginocchia.
Perché 45 minuti – Prenditi alcuni attimi di tranquillità, calma e lentezza mentre prepari la postazione, diverrà una specie di rituale che permette già di cambiare le nostre onde celebrali verso frequenze più rilassate, se vuoi usare l’incenso brucialo prima della pratica, non dovrebbe essere acceso durante la meditazione; una volta seduti, imposta pure una sveglia su 30 minuti per iniziare ma NON E’ NECESSARIO arrivare a completare subito il tempo, usa le sensazioni per decidere quando smettere, NON la sveglia, che indica il limite massimo (quando e se la senti).
Cosa fare durante la meditazione – Inizia ad esercitare la presenza nel corpo poiché aiuta a distogliere l’attenzione dal flusso costante di pensieri, molti portano l’attenzione sul respiro, alla sua cadenza, alla sensazione di calore e freschezza che sentono quando l’aria entra ed esce dal naso ed al suono che emetti, personalmente porto l’attenzione sul battito cardiaco (è un pò più complesso) sentirlo nel petto, sentirlo nelle mani, nel corpo, nelle gambe, nella pressione sanguigna, sempre più in profondità e chiaramente.

Un aiuto può essere l’uso di un mantra (parola piacevole ripetuta con dolce cadenza, che richiama in noi belle sensazioni come GRAZIE, TI AMO, DIO o qualunque altra parola crei piacevoli sensazioni) aiuta a focalizzare l’attenzione. Durante tutto questo si intrometteranno indubbiamente pensieri di ogni genere, lo scopo è ESSERE ATTENZIONE, accorgersi dei pensieri che arrivano o che ci hanno già catturato e riportare l’attenzione al corpo, alla schiena dritta, al respiro, al cuore, AL MOMENTO PRESENTE. Tutto ciò deve avvenire SENZA NESSUNA aspettativa o attaccamento ad alcun risultato, fonte questi di ulteriori pensieri e probabili frustrazioni se non si ottiene il desiderato. Può aiutare l’attenzione anche guardare il buio degli occhi chiusi.
Finito il tempo di meditazione, ti consiglio di ringraziare per il tempo che ti è stato concesso di dedicarti alla tua parte più intima, riapri lentamente gli occhi, mantieni lento il respiro, magari con alcuni respiri profondi e poi lentamente compi il rituale di disfacimento del luogo di meditazione e torna alla consuetudine corroborati da nuove energie; il tutto dura circa 45 minuti.
Col tempo arriverai a 60 minuti di meditazione effettiva ed a volte sforerai senza accorgertene.
Che dire oltre, niente, non voglio influenzare le esperienze dirette, BUONA MEDITAZIONE.

Di: Roberto Bonini

Ti potrebbe interessare anche questo articolo de ilDragoParlante sulla meditazione contenente 4 video per una meditazione di successo 🙂

Se ti é piaciuto questo articolo condividilo con gli amici e i familiari interessati. 
Unisciti anche tu al Blog de ilDragoParlante, inserendo la tua mail in alto a destra, cosí da non perderti i prossimi articoli, video ed eventi! Connettiamoci anche sulla pagina Facebook e vediamoci sul canale YouTube de ilDragoParlante

Please rate this

NON CI SONO COMMENTI

LASCIARE UNA RISPOSTA