Testa il pH della tua urina in casa con questo strano modo

Testa il pH della tua urina in casa con questo strano modo

8700
3
QUOTA

Puoi testare la tua urina in casa da solo utilizzando le striscette colorimetriche che trovi in farmacia e sulle quali fare pipì. Buuuh. Noioso. Oppure… puoi testare il Ph della tua urina utilizzando un cavolo cappuccio viola. Eccitante! Come fare?

Sappiamo che è importante non stressare il corpo con una dieta troppo acidificante. I liquidi dell’uomo sono sempre leggermente alcalini: il sangue, la saliva, l’urina ecc. Consumare una dieta acidificante produce un’acidosi di basso grado, cronica e sistemica (acidi eccessivi nel flusso sanguigno). E questo a lungo può provocare danni al corpo, affettando soprattutto i reni. Quindi, come sapere se la dieta che stiamo consumando è alcalina o acidificante?

Provate con un cavolo cappuccio viola (che vi consiglio di avere sempre nel vostro frigo essendo probabilmente l’alimento naturale che contiene più fitonutrienti benefici per noi compattati nel minore dispendio economico)!

 

Test del pH dell’urina in casa

1) Fai bollire del cavolo viola finché l’acqua diventa viola scuro. In alternativa puoi anche frullare bene il cavolo con acqua e poi filtrare.
2) Fai pipì normalmente al bagno. Non tirare lo sciacquone.
3) Versa il succo di cavolo nel wc.

RISULTATO: Se il liquido nel wc rimane viola o addirittura diventa rosa, la tua urina è troppo acida.
Se diventa blu… bingo!
Se la tua urina prende il colore blu la tua urina è neutra o addirittura alcalina.

Una dieta convenzionale è solitamente acidificante, mentre una dieta basata principalmente su alimenti di origine vegetale e integrali è solitamente alcalina.

A tutti i miei lettori consiglio anche di iscriversi ora al sito http://laserenasalute.com/ per il quale abbiamo organizzato una serie di e-mails provocatorie e illuminanti sull’Igiene Naturale e il processo di Trasformazione (con anche info inedite!) – ideate per rivoluzionare il modo di pensare e vedere la vita, la salute e la malattia.

A presto!

Unisciti anche tu al Blog de ilDragoParlante, inserendo la tua mail in alto a destra, cosí da non perderti i prossimi articoli, video ed eventi! Connettiamoci anche sulla pagina Facebook, il mio nuovo sito LaSerenaSalute.com e vediamoci sul canale YouTube de ilDragoParlante

Un voto per il tuo parere:

3 COMMENTI

  1. interessante, perche’ e’ gia’ un approccio per capire se si e’ sulla buona strada . Cioe’ se la nostra dieta e’ acida o basica. Ormai credo che non sia piu’ un segreto almeno per chi segue una concezione biologica anche nell’alimentazione , CHE I CIBI RAFFINATI E LE PROTEINE SOPRATTUTTO ANIMALI ACIDIFICANO E PREDISPONGONO A MALATTIE AUTOIMMUNI O DEGENARATIVE . I PRIMI VANNO ESCLUSI ANCHE SE BIOLOGICI, LE SECONDE LIMITATE E ACCOMPAGNATE DA ABBONDANTI VERDURE CRUDE O COTTE

     
  2. Uahuahuahuah Serena questa è super!! Peccato non è più periodo di cavolo cappuccio viola, ne ho avuti in abbondanza questo inverno che oltre che in frigo era sempre nella ciotolona! Con crema di avocado, menta e succo di pompelmo…. Gnam gnam! Ma questo esperimento è bellissimo! Lo posso fare anche con mio figlio. Come si dice, Uniamo l’utile al dilettevole…. Un affettuoso abbraccio, TVB

     
    • Ciao cara! E io che pensavo di essere giusto in tempo per farvi fare i piccoli chimici 😉
      Bellissima idea di fare l’esperimento con il tuo bimbo, così impara nuove nozioni – anche proprio sulla salute – divertendosi 😀

      Un abbraccio a tutta la famiglia!

       

LASCIARE UNA RISPOSTA