Storie di vita: Aurora e la dieta igienista

Storie di vita: Aurora e la dieta igienista

22116
35
QUOTA

AuroraAurora (il nome é fittizio) è una ragazza giovanissima, appena 26enne. É diventata vegana a 20 anni per motivi etici, per presa di coscienza, ed è decisa a non voltarsi indietro. Ama gli animali, la natura e… la frutta! È un’appassionata di sport, trekking, Igiene Naturale e raw-food (crudismo).

Aurora ha deciso di condividere la storia della sua transizione da una dieta convenzionale ad una vegana, e poi igienista, con me e con voi, ci racconta delle sue vittorie e soddisfazioni. Aurora è una ragazza come tante, con dolori e problemi fin da piccola. Io e Aurora mettiamo le nostre esperienze a servizio di chi ha bisogno di aiuto, di chi si sente “solo” in questa societá, la quale, sebbene stia progredendo a vista d’occhio, racchiude ancora tanti tabú. No, non siamo soli, ci sono tante persone che la pensano come noi o sono sulla stessa strada, con le quali possiamo aprirci e scambiare opinioni, le quali magari hanno giá fatto i passi che noi vorremmo fare, ma ci manca il coraggio, e l’appoggio, dalle quali possiamo imparare. L’intervista di Aurora ci dimostra come il cambio da una dieta convenzionale ad una dieta veramente naturale – igienista – porti tantissima felicitá, salute ed energia!


Intervista: Aurora e la scelta igienista

“Perché sei diventata vegana e poi igienista?”
“A 20 anni sono diventata vegana per motivi etici. L’Igienismo l’ho scoperto leggendo un blog di ricette vegane, dove si parlava di cottura e c’era una signora che diceva che lei non cucinava con la pentola a pressione perchè era vegana igienista. Allora, incuriosita, ho ricercato in internet e ho trovato il blog di Valdo Vaccaro (igienista che sta divulgando tutte le sue conoscenze e sta aiutando tantissime persone a ripristinare la propria salute grazie all’Igienismo), e mi ha aperto un mondo nuovo. Poi ho iniziato a leggere dei libri, ad esempio, “Il sistema di guarigione della dieta senza muco” di Arnold Ehret (anche questo mi ha insegnato molto), e libri del Dr. Herbert Shelton. Ho imparato la giusta combinazione degli alimenti, e ho fatto 3 digiuni di 3 giorni.”

“Che tipo di disturbi avevi prima di queste scoperte? E quali sono stati i miglioramenti in proposito, grazie al cambiamento di dieta?”
“Da quando ero piccolissima sono stata sempre male di salute (otite, sinusite, faringite, colite),  ho fatto uso di molte medicine, e a 9 anni purtroppo sono stata operata all’appendicite. Poi, a 15 anni, ho iniziato a soffrire anche di cistite che curavo sempre con medicine, le quali andavano a sopprimere i sintomi e non la causa (oggi ne sono cosciente). Infatti con gli anni gli episodi si ripetevano sempre più frequentemente, fino ad arrivare ai 19 anni, periodo durante il quale soffrivo ogni mese. Inoltre, mi iniziò a venire la candida. Non ce la facevo più. Con l’alimentazione comune che seguivo, soffrivo anche di stitichezza in alcuni periodi.
A 20 anni, col passaggio ad una dieta vegana, piano piano, gli episodi di cistite sono diventati meno frequenti, mi ammalavo di meno e questo cambio di alimentazione mi ha giovato sulla stitichezza, non so più cos’è.
Un’altra cosa che per me era diventata normalità era il ciclo super doloroso e 3 pillole ogni mese per i dolori mestruali. Grazie all’Igienismo e al crudismo (dieta 80/10/10 del Dr. Douglas Graham e FullyRawKristina) ho iniziato a modificare la mia alimentazione, con risultati più che positivi. Il ciclo durante i primi 3 mesi dal cambio di alimentazione, che comprendeva solo frutta e verdura, era diminuito come intensità, e si era accorciato da 6 giorni a 3-4, senza DOLORI. Non riuscivo a crederci! Un’altra bellissima cosa che è accaduta è che l’ultimo ciclo l’ho avuto a giugno 2013. Da quando ho cambiato alimentazione, sudo di meno, sopporto meglio il caldo e il freddo e il mio sudore non ha più l’odore sgradevole tipico.”

“Ci sono stati risultati a proposito della candida?”
“Anche la candida è scomparsa, ho solo qualche episodio di cistite che non curo con nessun medicinale ed é sopportabile, non come una volta che non riuscivo nemmeno a stare in piedi. Sono convinta che anche la cistite sarà un ricordo lontano, ho fiducia nel mio corpo, riparerà tutti i danni fatti da uno stile di vita squilibrato. Questo inverno non ho avuto nemmeno il mal di gola, niente, e da aprile 2013 non ho più preso una medicina.”

“Wow, vorresti aggiungere qualcosa in piú sul fatto del ciclo mestruale per noi donne? Che tipo di alimentazione ha tratto piú successo?”
“Dalla mia alimentazione vegana che era composta da legumi, cereali, frutta (non in grandi quantità), verdura e dolci autoprodotti (che mangiavo a colazione e merenda), ho iniziato ad eliminare i dolci e a sostituire la mia colazione con frutta (monopasto). Anche durante la giornata ho aumentato moltissimo il mio consumo di frutta e verdura cruda. Già a maggio il mio ciclo è risultato meno doloroso ed intenso, sia come quantità, che durata, da 6 giorni a 4-5. É stata la prima volta dopo 9 anni che non ho assunto alcun anti-dolorifico, ero arrivata a prenderne 3 al mese! A maggio ho eliminato anche i cereali e i legumi e mangiavo solo frutta e verdura cruda e cotta al vapore con il minimo condimento (olio extra vergine di oliva e sale) e il ciclo è arrivato senza dolori, e per 4 giorni, con pochissime perdite di sangue. A giugno 2013 ho iniziato a nutrirmi solo di frutta, e a luglio il mio ciclo non è arrivato, ancora oggi è un ricordo lontano.”

“Qual é il tuo livello generale di vitalitá e salute ad oggi?”
“Oggi il mio livello di vitalità è molto buono, questo inverno non ho avuto nemmeno un mal di gola. Potere di frutta e verdura! Da aprile 2013 non ho più preso una medicina. Grazie all’alimentazione tendenzialmente crudista, ho risolto molti problemi (candida, dolori mestruali e cistite) che con l’alimentazione vegana non sono riuscita a curare.”

“Grazie mille per condividere con noi queste informazioni preziose, la tua storia di vita arricchisce la nostra! Come ultimo, hai dei suggerimenti per il lettore/la lettrice?”
“I suggerimenti che posso dare ai lettori sono quelli di informarsi il più possibile riguardo l’Igienismo Naturale e l’alimentazione vegana tendenzialmente crudista o 100% crudista, e di provare su se stessi per vedere gli effetti positivi che questo tipo di alimentazione può avere sulla salute e sullo spirito.
Un ultimo consiglio vorrei darlo sulla lettura, per chi conosce l’inglese consiglio il libro del Dr. Douglas Graham “The  80/10/10 Diet”,  e per chi non lo conosce, ci sono molte informazioni in internet a riguardo. Fondamentalmente, questa versione della dieta di cibi crudi (che può essere seguita anche da chi consuma vegetali cotti al vapore) consiglia di ottenere almeno l’80% delle calorie totali dai carboidrati (frutta), limitando grassi e proteine al 10% del totale delle calorie ciascuno. Un altro libro che consiglio è “Il Sistema di Guarigione della Dieta senza Muco” di Arnold Ehret.”

“Un’ultima domanda: la tua ricetta igienista-crudista preferita é…?”

raw marinara“Spaghetti crudisti con salsa marinara!

Ingredienti:
2 Zucchine medie
3 Grossi pomodori cimelio tagliati in pezzi
1/2 tazza di pomodori secchi, precedentemente ammollati
Basilico fresco e origano a piacere

Procedimento
Formare gli spaghetti con lo spiralizzatore o pelapatate. Unire il resto degli ingredienti in un robot da cucina o frullatore, frullare fino ad ottenere una consistenza cremosa. Servire la salsa sugli spaghetti di zucchine, mescolare bene e gustare.”

Grazie mille per la tua disponibilitá Aurora! Ci dimostri che non è vero che i giovani sono disinteressati alla salute. TUTTI possono cambiare, a qualsiasi etá 🙂


La dieta vegetariana, vegana o igienista ti ha cambiato la vita? Hai anche tu una storia di vita che vuoi raccontare? Scrivi il tuo racconto o contattami per e-mail a serena.in.forma@gmail.com!

Se hai trovato questo articolo interessante clicca Mi Piace e condividilo con i tuoi cari!
Inoltre, +Iscriviti (in basso a destra) al Blog de ildragoparlante.com per non perdere tutti i nuovi articoli; connettiamoci sulla pagina Facebook e vediamoci anche sul canale YouTube de ilDragoParlante 😀

Un voto per il tuo parere:

35 COMMENTI

  1. Complimenti…bell’esempio da riportare il fatto di non avere mestruazioni da più di un anno e di esserne felice…la sig.ra igienista è consapevole del fatto che l’amenorrea (perchè di questo si tratta) può avere effetti a lungo termine, tra i quali l’infertilità? Inoltre se essa avviene prima del raggiungimento del picco di densità ossea (prima dei 25 anni) aumenta anche la probabilità di soffrire di osteoporosi grave. Contenta lei…

     
    • Cara Sara, grazie per la tua apprensione. Aurora si sente piena di energie e vive una vita con meno stress fisico e psicologico, senza dolori e malattie – finalmente. Vedi, tu stai giá facendo una lista di tutte le malattie future che potrebbero o non potrebbero accadere (osteoporosi, conseguenze dovute ad amenorrea ecc.) e stai diminuendo tutto quello che ha giá passato e tutti i successi che ha avuto (dal semplice, ma irritante, mal di gola e stitichezza, a patologie e disturbi piú seri come colite, candida, cistite, dolori mestruali…). Sono convinta che le mestruazioni siano nostre amiche, una fuoriuscita per le tossine che si accumulano nel nostro corpo, credo siano per noi donne una benedizione! Ma è anche vero che mestruazioni dolorose, abbondanti e sindrome pre-mestruale non sono e non possono essere “normali”. Io credo siano dovute piú per un eccesso di tossine, le quali diminuiscono grazie ad un’alimentazione piú sana. Credo anche che Aurora, con la sua alimentazione, abbia fatto una grande pulizia interna e forse il suo corpo ha ancora bisogno di un po’ di tempo per riequilibrarsi e rimettersi in sesto al 100%, la Natura non fa miracoli, ci vuole pazienza. Mi dispiace che di questa testimonianza tu ci veda solo pericoli.

       
      • La diminuzione del dolore dovuto a sindrome pre e post mestruale è un discorso…l’assoluta mancanza di ciclo,per di più da oltre un anno,è un’altra…e personalmente trovo da irresponsabili il condividere e pubblicizzare una simile scelta di vita per di più con frasi come “sono felicissima”.Le mestruazioni sono naturali per ogni donna e il fatto che esse non si presentino deve essere visto come sinonimo di qualcosa che non va, a meno che la donna in questione non sia incinta o in menopausa. In questa intervista non si parla di “assestamento del corpo” di qualche mese ma si è abbondantemente superato l’anno e a questo punto qualsiasi persona coscienzosa dovrebbe avere intuito che qualcosa non quadra e le conseguenze che io ho elencato è proprio ora che cominciano a subentrare. Io sono una donna adulta e mi rendo benissimo conto da sola che in questo caso il comportamento adottato non è corretto in quanto l’assenza di ciclo è uno dei primi avvertimenti che il corpo di una donna mostra quando assumiamo comportamenti sbagliati (vedi ad esempio anche l’anoressia),ma non dimentichiamoci che la rete è utilizzata anche da ragazze giovani che possono non avere le conoscenze sufficienti per comprendere tale cosa e che possono vedere nella frase “sono felicissima di non avere il ciclo da anni” un incentivo nel perseguire atteggiamenti errati,soprattutto considerando il fatto che sono le under25 quelle che avrebbero le conseguenze peggiori. Se volete essere corrette oltre ad elencare i presunti benefici di questo stile di vita dovreste elencare anche le probabili conseguenza a cui si va incontro. Stiamo parlando di conseguenze gravi e non di un raffreddore che ci impiega un po’ più tempo del dovuto a passare…

         
        • Mi fa sempre sorridere quando si parla di giovani che potrebbero soffrire da queste testimonianze, quando si tace davanti all’imposizione pubblicitaria di prodotti spazzatura e si incoraggiano comportamenti deleteri per l’organismo (l’anoressia é incoraggiata dalla pubblicitá, dalle modelle troppo magre, dalle derisioni a scuola, dalla superficialitá, non perché si decide di smettere di mangiare cibi animali o cotti…). Qui stiamo parlando di mangiare piú frutta e verdura, avvicinarsi ad uno stile di vita piú sereno e di amarsi. Credo la testimonianza sia esuberante non solo per le mestruazioni, ma una felicitá totale per la tanto ricercata assenza di dolori, la ritrovata libertá. Non mi sarei aspettata di trovare cosí tanto dissenso, l’articolo si proponeva giusto il contrario. Ma ognuno la vede come vuole 🙂

           
      • Per quanto riguarda il dolore inoltre per non essere costrette a prendere medicinali basterebbe andare in erboristeria e usare rimedi naturali…di certo la soluzione corretta non è quella di farsi sparire il ciclo!

         
        • Ciao a Serena e a Sara!
          Leggendo questo scambio di pareri, e volendo dare anche il mio, la mancanza del ciclo l’ho associata subito ovviamente a qualcosa di innaturale, o meglio di non comune. Sappiamo che tutte le donne hanno il ciclo, tranne le sportive con tanti muscoli. Il ciclo poi butta via le tossine in eccesso dal corpo, e sappiamo anche che c’è un numero di ovuli preciso nell’acro della vita. Finiti quelli non si hanno più.
          Detto questo, mi è venuto da pensare: non è detto che qualcosa che sia non comune, sia per forza sbagliato. Per esempio guardando tutti i vantaggi di questa dieta, l’aggiunta della mancanza del ciclo mi fa pensare solamente che questa, ovvero la mancanza del ciclo, non possa che essere positivo. Insomma: guarendo tutte le malattie del corpo e riportandolo ad una giovinezza avanzata, non sarà che anche la mancanza del ciclo sia un’altra causa positiva? Penso che non può che essere così. Inoltre secondo me così si preservano ovuli per il futuro, e penso che sia possibile far riiniziare la comparsa di cicli aumentando il quantitativo di grassi nella dieta. Voi che ne dite?
          HV

           
  2. Mi permetto di scrivere una cosa soltanto… sai che ti seguo con molto interesse e stima, e che, da quando ho cominciato a leggere il tuo blog, ho cambiato alimentazione ed anch’io, come Aurora, ho trovato dei giovamenti notevoli (nonostante io non stia seguendo una alimentazione totalmente crudista, ma prevalentemente vegana e fruttariana).
    C’è una cosa, tuttavia, che vorrei precisare: anch’io ho avuto l’ultimo ciclo a maggio scorso. Avendo letto (dal tuo diario del mese igienista che ho letto con molta attenzione) che ciò poteva essere legato al cambiamento di alimentazione, ero solo contenta di questa liberazione.
    Purtroppo, ho fatto un controllo a fine agosto ed il ginecologo mi ha trovato un’enorme cisti ovarica (di circa 6 cm) che, a suo dire, giustifica l’assenza di mestruazioni. Chiaramente, mi ha prescritto una cura ormonale che io, non conoscendo alternative, mi sono sentita costretta a seguire (al momento senza esiti). Nella peggiore delle ipotesi, lui teme ci possa essere anche bisogno di un intervento, per rimuoverla, se non si riassorbe. 🙁
    Gli ho chiesto se questo problema poteva essere stato causato dall’alimentazione e lui ha risposto di no.
    Gli ho chiesto inoltre espressamente (ed ho anche insistito) se è possibile avere l’ovulazione (e quindi essere fertile) e non avere le mestruazioni. E’ stato categorico: secondo lui non è possibile.
    A questo punto, mi sembra giusto condividere questa cosa di cui sono venuta a conoscenza con voi, non per contestare le convinzioni di alcuno, visto che io stessa non ho affatto le idee chiare: temo soltanto che magari donne anche giovani possano pensare che non avere il ciclo possa essere un fatto normale e liberatorio, che non compromette la propria fecondità quando invece potrebbe non essere affatto così… 🙂

     
    • Ciao Laura! Grazie mille aver condiviso questa tua esperienza personale con noi! Anche questa estremamente interessante…hai fatto benissimo a fare un controllo. In caso le mestruazioni scomparissero é una buona idea recarsi a fare una visita di sicurezza. Riguardo la cisti, non vorrei esprimermi molto qui, vorrei scrivere in tempi brevi le 7 fasi della malattia secondo l’Igienismo, la quale, come avrai giá capito, é giá la cura: é la risposta di un organismo estremamente intelligente: il corpo umano.
      É vero che con un cambio ad una dieta atossica le mestruazioni diminuiscono fino ad essere indolori e scarse. Peró bisogna anche vedere perché non si hanno mestruazioni: é forse perché si ha perso troppo peso, dovuto al basso consumo di calorie? Questo succede spesso. Ci si sente affaticati? Si hanno altri sintomi? Le cause possono essere molteplici…
      Questo articolo voleva dimostrare i grandi successi e le liberazioni che una vita di dieta normale non hanno portato. Ma la Natura agisce lentamente, ci vuole pazienza e credo che il corpo di Aurora sia ancora in una fase di assestamento. Anche se, ripeto, una visita di sicurezza é sempre una buona idea 🙂
      Grazie ancora… 🙂

       
  3. Scusa, non hai il ciclo da un anno e per te va tutto bene e sei contenta?
    Potrebbe essere dovuto a qualcosa di grave!
    Dovresti andare da una ginecologa e vedere da cosa dipende…

     
  4. Complimenti per l’articolo e per la testimonianza. Anche io conosco il grande Valdo Vaccaro. E’ grazie a lui che sono passato da “Vegano” a “Igienista” anche se le “categorie” non mi piacciono troppo.
    Per quanto riguarda i commenti di Sara e Laura, vorrei solo sottolineare che quella di Aurora è un’esperienza di vita che ha voluto condividere con noi. Ognuno poi è libero di fare le sue scelte.
    Comunque io ho già stampato l’articolo per farlo leggere a mia moglie e a mia figlia di 11 anni.
    Per quanto riguarda il problema di non avere le mestruazioni, siamo sicuri che questo è un problema.
    Posso solo fare i complimenti ad Aurora che si sente piena di energie e vive una vita di buon livello.
    Dobbiamo poi ricordarci che ognuno di noi è diverso dall’altro e non tutti reagiamo allo stesso modo.
    Certo per sicurezza possiamo interpellate la medicina “ufficiale” ma già possiamo prevedere la sua risposta (analisi, ecografie, medicine e altro).

     
    • Ciao Fabio, grazie per il tuo commento! Sí, anch’io non sono una fan di etichette e cerco sempre di non identificarmi con un’idea, ma di rimanere aperta ad altri punti di vista. Come dici tu, questa é una storia di vita. Un’esperienza che é successa ad una ragazza e che vuole condividere. Magari puó aiutare altre persone. Non suggerisce di cambiare d’improvviso ad una dieta di sola frutta, perché, come tu ben scrivi, siamo tutti diversi, veniamo da strade diverse e reagiamo differentemente. Io, forse, ho anche sbagliato, non aggiungendo le mie considerazioni personali. Forse ho preso questo tema un po’ troppo alla leggera, essendo circondata da tantissime persone che si nutrono principalmente di frutta, verdura, semi commestibili e frutta secca, e sono le persone piú sane e vitali che conosca e non credo che una dieta del genere possa far danno, tutto al contrario! Ma vivo anche ai tropici 🙂 Non credo neanche che una persona, cosí, da un semplice articolo, possa decidersi di stravolgere la propria dieta e mangiare solo frutta perché il “cibo” convenzionale crea dipendenza ed è un’impresa distaccarsene. Questa é la mia esperienza ad oggi, su me stessa, dei miei amici e familiari, delle persone che mi circondano e dei miei studi. Ma questo non vuol dire che sia ottimale per tutti.
      Questa testimonianza non deve essere presa alla lettera, prima di passare a qualsiasi dieta, sia questa vegetariana, vegana, crudista, igienista, é bene informarsi molto, leggere e interessarsi all’argomento. La dieta deve essere ben bilanciata per la persona, solo cosí se ne possono trarre i veri benefici. Ed é anche quello che Aurora consiglia: leggere e informarsi.
      Grazie ancora per il tuo commento di supporto 🙂

       
  5. Grazie Serena per aver condiviso questa preziosa testimonianza, e sono contenta per Aurora che finalmente ha ritrovato la salute.

    Mi dispiace di aver letto alcuni commenti che si sono focalizzati soltanto su una cosa, senza vedere i miglioramenti che questo stile di vita ha portato a questa ragazza a cui la “medicina convenzionale” non ha saputo dare risposte.

    Aurora ha avuto il coraggio di prendere in mano la sua salute, di aver fiducia nel potere di autoguarigione del proprio corpo, cosa c’è di male?

    E’ veramente normale che l’ovulo non fertilizzato sia eliminato dall’utero tramite emorragia delle arteriole uterine?

    Condivido ciò che dice Valdo Vaccaro (tesina “MESTRUO COME RISPOSTA INTELLIGENTE A ERRORI COMPORTAMENTALI”), che ha ripreso il pensiero di altri igienisti come Anold Ehret, Herbert Shelton etc.:
    ” Il mio personale punto di vista è che il mestruo, ossia la perdita di sangue, non sia la causa, bensì una fastidiosa seppur intelligente risposta del corpo all’intossicazione dell’organismo.

    Le mestruazioni corrispondono al provvidenziale intervento del corpo che fa di tutto per ripulirsi dalle tossine accumulate durante il mese.
    Grazie a questo drastico intervento di pulizia del corpo, la donna può così mantenersi fertile e in salute e difendere la sopravvivenza della propria specie. Ma, se non carichiamo di tossine l’organismo della donna, non ci sarà più bisogno di una pulizia mensile attraverso perdite di sangue fastidiose, accompagnate da dolori, gonfiori e stanchezza.

    Nel caso di una donna attenta all’alimentazione e alla salute, tendente cioè ad alta percentuale di frutta e verdura e a costante attività fisica, il mestruo tende a ridursi e persino a scomparire. Bisogna fare attenzione a non confondere l’assenza di mestruo dovuta alla profonda pulizia del corpo con la perdita di ciclo.

    Le femmine degli animali selvatici poi non hanno mestruazioni, pur essendo soggette al periodo stagionale degli accoppiamenti, una o due volte l’anno. Non conoscono l’obesità, mentre gatte e cagne domestiche, oltre ad essere spesso in sovrappeso tendono a presentare ciclo abbondante. Chissà cosa c’è nelle crocchette e chissà quali processi di cottura e raffinazione hanno subito?”

     
    • Ciao Nausicaa! Grazie mille per aver commentato 🙂 E grazie per aver riportato le parole di Valdo Vaccaro. Io mi trovo d’accordo con lui, chiaramente. Provengo anch’io da pensieri igienisti e il fatto del non mestruo, in concomitanza con tanta salute ed energia non mi preoccupa. Ma capisco anche le apprensioni di altri lettori/lettrici. In Europa c’é una grande propaganda del terrore e i media ci influenzano volendo o non volendo.
      Comunque, come dici tu, ci sono stati dei miglioramenti eccezionali e non sono da sottovalutare, per niente! Risultati incredibili, come spessissimo la dieta igienista e il suo stile di vita portano.
      Sono felice che questa testimonianza sia stata gradita e sia utile. Sarebbe interessante raccogliere altre esperienze simili, fossero anche dovute grazie ad una dieta vegana o vegetariana 🙂
      Grazie ancora infinite!!

       
    • Avevo letto ciò che dice Valdo Vaccaro. Probabilmente, sono io ad aver sbagliato l’interpretazione delle sue parole: quando scrive “Bisogna fare attenzione a non confondere l’assenza di mestruo dovuta alla profonda pulizia del corpo con la perdita di ciclo” pensavo intendesse che anche in assenza di mestruazioni la donna resta fertile, ovvero ha l’ovulazione. Be’, questo, secondo il mio ginecologo, non è possibile. Lui sostiene che l’assenza delle mestruazioni significa assenza di ovulazione e, quindi, infertilità, magari momentanea. Nel mio caso, avendo letto ciò che tu hai citato, l’esperienza di Serena ed altre riflessioni di orientamento igienista, pensavo che l’assenza di ciclo fosse dovuta al cambio di alimentazione. Invece, si trattava di un problema tutt’altro che irrilevante (se non me ne fossi accorta mediante l’ecografia e la visita, avrei rischiato la torsione dell’ovaio, con ricovero e operazione d’urgenza).
      Il mio intervento era finalizzato a sollecitare l’approfondimento di certi sintomi ed a rappresentare alle giovani donne che perdono le mestruazioni che, magari non lo sanno, ma è assai probabile che stiano perdendo (o, quantomeno sospendendo) la loro fertilità.

       
      • Grazie Laura per i tuoi commenti sempre interessanti e rispettosi 🙂 In un certo senso sí, si puó dire che la mancanza del ciclo é dovuta all’alimentazione, ma partendo dalla conoscenza che il ciclo é un atto di eliminazione di tossine, allora si puó intuire che un’alimentazione atossica porti a una mestruazione scarsa, se non addirittura nulla. Io ho letto di donne che pur sempre avevano ovulazione senza mestruare, ma, sinceramente, non ho avuto esperienza diretta quindi non vorrei esprimermi. Riguardo la tua cisti, vorrei aggiungere che questa non é di certo avvenuta nel giro di qualche settimana, né di qualche mese, ma é il risultato di anni di sovraccarico tossico. Secondo l’Igienismo, la malattia é la cura, dal raffreddore, all’infiammazione, alla candida, alla cisti e ai tumori, é la risposta intelligente del corpo, il quale risale a estremi rimedi per estreme situazioni.

         
    • Forse Valdo Vaccaro (se è vero che l’ha detta lui) è molto poco informato. Il ciclo estrale degli animali è diverso dal nostro in quanto non hanno perdite ematiche uguali a quelle della donna. Mi spiego: la cagna ha uno scolo siero-ematico vulvo-vaginale che non scende dall’utero. E’ chiaro? La gatta ha un’ovulazione indotta dal coito e lo stesso vale per la coniglia. I ruminanti hanno ancora altri sistemi e via dicendo per gli equini. Di nuovo un paragone insensato che non ha senso. Perchè non informarsi?
      Un’altra cosa: le cagne alimentate con cibo industriale NON hanno perdite più abbondanti. L’obesità esiste negli animali domestici perchè sovra alimentati e dirò di più! Anche i conigli tenuti come pet possono ingrassare anche se non gli si da nessun tipo di alimento confezionato.
      Il ciclo della donna prevede che ci sia la perdita ematica dovuta al distacco dell’endometrio. Questo è regolato su fase ormonale. Se non avviene vuol dire che non è avvenuto il ciclo. Se tale Aurora e le altre che hanno scritto sono contente di ciò immagino lo siano anche perchè non vogliono mettere al mondo figli. Se l’organismo smette una sua funziona “accessoria” (la riproduzione non è essenziale all’individuo) vuol dire che è entrato in funzione “risparmio” e questo è un campanello d’allarme. Aurora si sente piena di energie ma voglio far notare che anche chi soffre di anoressia può continuare a fare esercizi fisici in maniera compulsa anche senza alimentarsi correttamente. Le sensazioni contano ma solo fino ad un certo punto.
      ciao

       
  6. Grazie per questa testimonianza. Se posso aggiungere anche la mia, spero di non essere invadente. Sono vegana da 4 anni, e crudista da 3 mesi. Prima di diventare crudista avevo sempre mal di schiena, ero sempre depressa, molto irascibile, e il mio ciclo mestruale era scarsissimo, durava un giorno o due massimo, ma senza alcun dolore.

    Da quando sono crudista il ciclo e` aumentato. Io penso che quando si faccia una dieta sana come il crudismo vegano il corpo si cura da solo. Hai il ciclo intenso? Il cibo crudo te lo diminuisce.Hai il ciclo scarso? Te lo aumenta. I dolori alla schiena sono scomparsi dal primo giorno di dieta crudista.
    Adesso mi sento piu` allegra, piu` positiva e amo di piu` la mia vita, il mio corpo. Prima di diventare crudista avevo eliminato il glutine e i dolci.

    Ammetto che qualche cibo cotto mi piace ancora, ma appena lo assaggio sento una sensazione strana di fastidio, e poi mi vengono subito sfoghi come emmorroidi, brufoli, insonnia.

    Ho scoperto di avere problemi con l’amido che si trova nel riso, nelle patate, nelle carote, nelle barbabietole. Mi provoca tristezza, depressione.
    Evito i cibi o bevande fredde che fanno sempre male allo stomaco e alla milza.
    I libri di Eheret, di Shelton e quelli di Graham a mio parere dovrebbero essere completati da una buona lettura di qualche libro di agopuntura.
    Un libro molto semplice e bello e` questo : “manuale di agopuntura” di Visalli, Pulcri.

     
    • Ciao Uela!! Che fantastica testimonianza anche la tua 😀 Certo, puoi scrivere quello che vuoi, anzi, giusto alla fine dell’articolo invito chiunque abbia ritrovato la pace, la serenitá e l’armonia fisica e/o mentale, emozionale e spirituale, attraverso un cambiamento radicale di stile di vita come puó essere la dieta vegetariana/vegana/fruttariana/igienista, a scrivermi personalmente per poterla poi condividere con il pubblico attraverso un’intervista (se ti fa piacere, puoi scrivere a serena.in.forma@gmail.com) 🙂
      Ti rispondo anche qui all’altro commento, ossia sí, Aurora dice di non mestruare dal luglio 2013, ma non si é mai sentita cosí bene come ora e confida pienamente nel potere di guarigione del suo corpo.
      Grazie ancora per aver riportato la tua esperienza, trovo molto interessante il tuo rapporto con i tuberi e il riso, in effetti, probabilmente, non sono neanche loro ideali per una dieta umana. Ma tutto a suo tempo. Ognuno deve vedere sul proprio corpo cosa gli fa bene e cosa no, e riconnettersi con il proprio istinto 🙂

       
  7. Risponderei a Sara con una semplice constatazione:

    Ciclo mestruale = sequenza di cambiamenti periodici legati alla produzione ciclica di alcuni ormoni nel corpo femminile.

    MestruazioneMestruoFlusso mestruale = perdita ciclica di sangue dalla cavità uterina.

    Una è la norma in un corpo sano, la seconda accompagna la prima se lo stile di vita è ad alto carico tossiemico.
    Quando non si introducono più tossine – come nel caso di Aurora, o il mio -, la mestruazione non è necessaria 🙂

     
  8. Tutto bene e interessante…unica cosa che non comprendo..non vede più il ciclo??? Ma questo non credo vada bene, almeno credo, le mestruazioni fan parte della natura..che nn siano dolorose ok..ma che non ci siano affatto non credo sia cosa buona….che ne dici??

    Inviato da iPad

    >

     
    • Ciao Barbara! Ecco, questo é un tema molto interessante e allo stesso tempo sensibile. Se il concetto di tossiemia e tossicosi é chiaro (vedi anche il mio articolo su queste – http://ildragoparlante.com/2014/01/23/tossiemia-e-tossicosi-precursori-di-tutte-le-mattie/) e si vede il mestruare, specialmente abbondante e doloroso, come una risposta intelligente del corpo umano dovuta ad un eccesso di tossine nel corpo, allora un mestruo scarso, se non nullo, in concomitanza con piena salute, energia e vitalitá (come spesso succede seguendo una dieta atossica igienista), non preoccupa. Leggi anche gli altri commenti e le altre testimonianze riportate sopra, sono molto interessanti! L’importante é riconoscere con sicurezza di avere l’ovulazione, essere veramente in salute, sentirsi bene. Se, per una qualsiasi ragione, si hanno delle preoccupazioni, una visita potrebbe sfatare i dubbi 🙂

       
  9. Ho letto su Disinformazione che in certi popoli le donne non hanno mestruazioni ed hanno comunque figli dipende da quello che mangi e dalle troppe proteine animali che si mangiano nella nostra societa’ le bambine fanno lo sviluppo troppo presto! LEGGETELO

     
  10. Anch’io ho letto qualcosa del genere sulle mestruazioni, ma non so se la totale assenza sia una cosa normale, é vero che c’è stata una donna che seguiva una dieta fruttariana, non aveva perdite di sangue da 5 anni ma ha avuto 2 figli e godeva di ottima salute, ma io sarei comunque preoccupata se mi sparisse il ciclo, questa estate seguendo una dieta semicrudista, non al 100%, ma con almeno una porzione di cibo cotto al giorno, ho notato che il ciclo,aveva una frequenza di 30 giorni, contro i 22 circa di quando seguivo una dieta vegetariana, inoltre la sindrome pre mestruale era sparita, il seno non mi faceva più male ed ero proprio contenta! Peccato però che in autunno tutto è ritornato peggio di prima,e per giunta una mastodinia premestruale più aggressiva che mai, è vero che con questa stagione si mangia più cibo cotto, ma non riesco a spiegarmi questo peggioramento, a dire il vero quest’estate ero più attenta alle combinazioni alimentari, mentre in autunno mi è capitato spesso di sbagliare, spero solo che non sia colpa dei germogli che ho imparato a produrre, può darsi che contengano ormoni, ma sono ipervitaminici e in inverno quando non c’è la verdura fresca coltivata nel cortile di casa, e c’è molta meno varietà di frutta e si tende a mangiare sempre le stesse cose, credo che un alimento ricco di nutrienti come i germogli coltivati in casa non facciano male, magari farò a meno di mangiarli proprio tutti i giorni come prima, però non credo che bisogna proprio rinunciarvi, o forse mi sbaglio magari la causa è un’altra, devo dire che ho sbagliato parecchie combinazioni durante l’inverno e qualche volta ho persino mangiato pane bianco, secondo te qual è la causa del cambiamento?

     
    • Ciao Scorpio! Avrai mangiato piú grassi in autunno? Con una dieta tendenzialmente crudista un grande errore é quello di buttarsi sui grassi (olio evo, frutta secca, semi oleosi, avocado, altri olii raffinati…). I dolori mestruali e un flusso abbondante sono maggiormente dovuti ad un’alimentazione grassa. Per questo é normale che la situazione migliori con una dieta vegana (niente carni, pesce, uova e latticini che sono pieni di grassi appunto). Non credo i germogli siano un problema, anzi. Come ben dici tu la loro coltivazione in casa é un’ottima idea per l’inverno, quando non c’é abbondanza di vegetali freschi della regione. Magari assicurati di comprare semi organici. Un caro saluto!

       
      • Si, ho mangiato grassi, ma anche quest’estate facevo uso di grassi, per non parlare di semi oleosi come le noci, che ho sempre mangiato in abbondanza perché ricche di nutrienti, ma in autunno ho mangiato molti più cibi cotti e spesso ho fatto combinazioni disastrose, soprattutto proteine e carboidrati come legumi e cereali o pane, ho anche mangiato molti più dolci, anche se non mi sono venuti granché, non sono una gran cuoca soprattutto da vegana, non è facile fare dolci senza uova e latte dal momento che preferisco evitare i prodotti a base di soia (anche se ogni tanto ci scappa qualche yogurt o gelato di soia) e poi devo dire che ho mangiato anche piu grassi cotti, tendevo più a cuocere l’olio mentre questa estate lo usavo crudo, lo so che l’olio cotto cambia struttura ma chissà, forse influisce anche sulle mestruazioni. …….

         
  11. Per la mia esperienza è molto importante fare attenzione all’igiene intima e all’intimo che si indossa. Per quanto riguarda l’igiene intima lavarsi eccessivamente non va bene. Il giusto per rispettare l’equilibrio è mattina e sera con un detergente intimo delicato. Poi molto importante usare mutandine in tessuti naturali, non colorate e lavarle senza mmorbidente. Il non plus ultra è di certo la fibroina di seta medicata. Io con questi due accorgimenti ho risolto problemi di prurito e bruciore che mi colpivano da tanto tempo e mi hanno dato tanto tanto disagio. Durante il periodo delle mestruazioni ho trovato molto beneficio nell’usare assorbenti in contone anzichè quelli classici perchè non fanno sudare, assorbono in modo diverso e più “piacevole” le perdite.

     
    • Ciao Carmelita, grazie mille per questo tuo commento 🙂 Sono d’accordissimo con te per quanto riguarda l’uso di intimo in fibre naturali. Oltre alle mutande, uso da due anni e mezzo degli assorbenti riutilizzabili di cotone che ho comprato in Argentina e, oltre ad essere molto meglio per la mia pelle (come dici tu non irritano e non provocano arrossamenti), sono anche molto meglio per il pianeta. L’unica “pecca” é quella che bisogna lavarli subito dopo l’utilizzo e quindi non sono molto pratici per quando si viaggia. Ma, come dicevo, sono piú di due anni che utilizzo sempre gli stessi e ne vale davvero davvero la pena 😀

       
  12. Vedo che la discussione è datata ma voglio dare la mia testimonianza :mia madre non ha avuto il ciclo per anni,fatto analisi su analisi dove non si evidenziava varenza ormonale,le avevano detto che non avrebbe avuto mai figli mentre ne ha avute tre! Direi che questo prova che assenza di mestruazioni non significa infertilità né assenza di ciclo!

     
    • Grazie mille Sara per questa preziosissima testimonianza 😀 Sto davvero cercando di venirne a capo su questo tema “non ciclo e fertilità”, hai fatto benissimo a scrivere! Di fatti sto anche scrivendo un articolo con testimonianze di miglioramenti del ciclo attraverso una dieta salutare. Non so se tua mamma segue una particolare dieta, ma se potessi o potesse lei scrivere una piccola testimonianza da poter pubblicare (magari anche solo sul fatto che sì, si possono avere figli anche con assenza di ciclo, anche se ti dicono che non li avrai mai) mi farebbe molto piacere riceverla 🙂
      In caso, se ti/vi va di scrivere giusto uno o due paragrafi un pochino più dettagliati ecco la mia email: serena.in.forma@gmail.com

      Grazie mille ancora per questo commento!
      Serena

       

LASCIARE UNA RISPOSTA