É meglio bere frullati o estratti / succhi?

É meglio bere frullati o estratti / succhi?

7617
11
QUOTA

Rispondiamo ad una domanda che mi viene frequentemente posta… É meglio bere i frullati o preferire gli estratti? E tu, quale preferisci?

Entrambi sicuramente hanno i loro pro e contro, in questo video analizzo le differenze tra i due modi di bere (ma in realtá si tratta di mangiare!) frutta e verdura. E non vi faccio mancare chiaramente anche il punto di vista igienista sull’assunzione di questi alimenti 😉

Ricapitoliamo peró anche qui le caratteristiche di entrambi:

Frullati

Estratti

  • Frutto nel suo completo
  • Mantiene la fibra
  • Sí anche solo di frutta
  • Di verdura non è molto appetibile
  • Assorbimento rapido dei nutrienti
  • Facile e veloce da digerire
  • Un buon frullatore puó essere economico
  • Frammentazione del frutto
  • Non contiene fibra
  • Meglio no solo di frutta (altrimenti forti picchi glicemici)
  • Sí di verdure
  • Ottimo in caso di malattia (succo verde)
  • Indicato se non si ha la possibilitá di fare un digiuno (succo verde)
  • Assorbimento ancora piú rapido dei nutrienti
  • Ancora piú facile e veloce da digerire
  • Un buon estrattore è costoso

E quindi come potete capire anche meglio dal video, dipende molto dal perché decidete di bere un succo piuttosto che un frullato 😉

E voi? Cosa bevete di solito? I frullati o gli estratti?

PS: Non perdetevi il prossimo video dove sveleró il perché mi piacciono i frullati verdi (ed i frullati di insalata) e vedremo assieme una delle mie ricette preferite per un frullato verde slurposissimo che piacerá a tutti! 😀

Se ti é piaciuto questo articolo condividilo con gli amici e i familiari interessati. 
Unisciti anche tu al Blog de ilDragoParlante, inserendo la tua mail in alto a destra, cosí da non perderti i prossimi articoli, video ed eventi! Connettiamoci anche sulla pagina Facebook e vediamoci sul canale YouTube de ilDragoParlante

Un voto per il tuo parere:

11 COMMENTI

  1. Ciao carissima, ogni tanto leggo i tuoi articoli per curiosità. Sono affascinata dal tuo impegno e costanza. Vorrei farti delle domande.Con tutta la frutta che consumi, non ne risente il pH corporeo? predisponendo un terreno ottimale alla proliferazione di cellule tumorali? alimentandosi in un ph acido? con tutta questa frutta, non si innalza l’insulina oltre a creare fermentazione intestinale? troppi zuccheri tendono a fermentare nell’intestino. Io ho provato solo un giorno, la sera avevo la pancia talmente gonfia da sembrare incinta di cinque mesi. Avevo contrazioni addominali e molta aria nello stomaco.Grazie dell’attenzione . Ciao Enza Verde

     
    • Ciao Enza! Grazie mille per il commento 🙂 Semmai é tutto al contrario 😀 Con tutta la frutta e la verdura cruda che mangio il mio corpo é molto piú alcalino 😀 Premettendo che comunque il Ph corporeo rimane sempre lo stesso, il sangue non puó essere acido, é sempre leggermente alcalino – per tutti – é vero che certi alimenti apportano tossine nel corpo, fanno formare radicali liberi (cancerogeni) e alcuni producono acidi dalla loro metabolizzazione… ma qui stiamo parlando di prodotti animali, fritti, cereali raffinati… cose di cui mi alimento ben poco 😉 Gli zuccheri tendono a fermentare nell’intestino e provocano gas ed eruttazione, vero. Ma solo se l’intestino non é pulito. Il fatto che dopo la giornata di frutta ti sei sentita gonfia come un pallone mi dice che probabilmente c’é incrostazione del tuo apparato intestinale. Ma il bello é che dopo qualche giorno di questo tipo di alimentazione giá le cose migliorano e, anzi, una bella pancia piatta si fará vedere 😀 Quelli che mi descrivi sono sintomi abbastanza normali anche per i vegani che mangiano molto cotto e che cominciano a mangiare crudo al 100% o tendenzialmente crudo, ma é una fase. Anzi, questi sintomi ci dicono che una bella pulizia e depurazione andrebbe fatta a maggior ragione 😉

      Ti saluto con molto calore e mi scuso del ritardo con cui rispondo, sono rimasta un po’ indietro con i commenti/massaggi hehe…

       
  2. Curiosa sta cosa….
    …non ci crederai, ma giusto ieri mi interrogavo sulle possibili differenze che ci sono tra gli estratti e i frullati. Poi, oggi apro la posta e che ti trovo? Un tuo articolo che spiega proprio questa differenza!!
    Purtropppo come dici tu gli estrattori buoni costano un botto,(tipo gli “Angel”) quindi mi sa che andrò avanti a lungo con il frullatore. Qui da me non esiste nemmeno la lontanissima idea di bar che faccia estratti vegetali, e quando li trovo, li compro nei supermercati; tra l’altro sono rari quelli ottenuti senza aggiunta di zucchero e non da concentrati.
    Saluti

     
    • Ciao Davide! …quando si dice il “caso” haha 😀 Dai, vedrai che arriveranno anche in montagna i bar con i succhi verdi… anche perché sono proprio buoni!
      Comunque non ti preoccupare, ci siamo evoluti benissimo anche senza estrattori e frullatori 😉
      Un caro saluto!

       
    • Salve, mi chiamo Mirna Visentini. Personalmente sono vegan, molto crudista. Svolgo la professione di Dietista. Non potendo consigliare attrezzi troppo costosi, ho acquistato l’Estrattore Petra. Costo circa 84,00 euro, su Redcoon . Lo uso tantissimo, l’ho comparato a marche molto più costose e vi posso assicurare che Petra vince.

       
  3. Salve a tutti,
    posso sapere se con la parola “estratti” si intende anche i “centrifugati”?O se sussiste ulteriore differenza fra centrifugati ed estratti. Grazie. Sono una persona che si sta avvicinando ad un modo di alimentazione più sano, controllato e leggero. Consumo già parecchia verdura (alla piastra, o al cartoccio) e amo i centrifugati (su tutti barbabietola rossa+carota+zenzero, se posso ne bevo un bicchierone ogni giorno).

     
    • Ciao Diego! Ci sono delle piccole differenze fra centrifughe ed estratti, ma la regola per berli é la stessa: meglio preferire una combinazione fra frutta e verdura (dove la verdura abbonda) e quindi assicurati di inserire anche verdure che puoi centrifugare, come il sedano, o fruttortaggi, come il cetriolo.

      Buon cammino, questo percorso dell’alimentazione salutare é meraviglioso… e sei appena agli inizi 😀
      Un caldo saluto,
      Serena

       
  4. Nell’estratto c’è la fibra… e come… prova a farlo stare un pò fermo e guarda come sale su e rimane sotto il succo, la soluzione è bere solo il succo perché la fibra se non è masticata non ha apporto enzimatico utile alla digestione, ho avuto esperienza diretta e di molte persone di problemi di infiammazione intestinale per via di estratti e centrifughe per il troppo carico di fibre non digerite… l’estratto non è un succo la fibra rimane perché il filtro non è così sottile da permetterne una completa trasformazione da frutto a succo… consiglio di filtrarla se volete solo succo e di masticare se potete o insalivare anche il frullato.

     
  5. Ciao Sere 🙂 come al solito i tuoi video sono utilissimi! Visto il problema di gonfiore che ho da tempo forse sarebbe il caso di optare per una dieta a base di estratti/centrifughe per qualche giorno.Avresti un consiglio su come procedere?
    P.s. Qualche settimana fa ti scrissi una mail 🙂 magari ti è sfuggita o non ti è arrivata. Quindi semplicemente te lo ricordo. Un bacio grande!! (:

     
    • Ciao Giulia! Sì, prova a soli succhi… ti consiglio che non siano a sola base di frutta, ma anche di verdura, un 60-40 può andar bene (60% frutta, 40% verdura). Inserisci quindi anche cetrioli, sedano e altra verdura o fruttortaggio che riesci ad estrarre e che non abbia troppi zuccheri.
      Cerca anche di non fare miscugli e quindi scegli un tipo di succo e rimanici per i giorni in questione. Eviterei anche di metterci spezie come lo zenzero che va tanto di moda oggi 😉

      In effetti ho un po’ di email e messaggi arretrati, ma guardando non mi sembra di avere una tua mail. Magari vuoi rimandarmela per sicurezza…

      Buon inizio settimana!

       

LASCIARE UNA RISPOSTA