Lista della spesa, ricette crudiste e vegane per La Prova Vegana Crudista...

Lista della spesa, ricette crudiste e vegane per La Prova Vegana Crudista Igienista di Primavera 5/5 (1)

16315
44
QUOTA

Siete pronti? Siete carichi? Avete giá cominciato a fare le scorte in preparazione per La Prova Vegana – Crudista – Igienista che incomincerà fra pochissimi giorni?? Su facebook si sono iscritti piú di 1000 persone…non é sensazionale?? Non siete soli miei cari lettori 😉

Eccola qui la Lista Della Spesa, le ricette crudiste, ideate da me e da Francesca, e le ricette vegane proposte da Gioia. Siamo eccitatissime all’idea ci iniziare questo nuovo cammino insieme a voi…e sará un’esperienza indimenticabile 😀 I seguenti sono tutti documenti liberamente scaricabili che abbiamo ideato per rendere le cose facili facili. A presto!

Lista della spesa (par scaricare il formato A4, clicca sull’immagine, salva e stampa):
Lista-della-spesaRicette crudiste:
Ricette_Serena_La ProvaVegana-Crudista-Igienista
Ricette_Francesca_La ProvaVegana-Crudista-Igienista

Ricette vegane:
Ricette_Gioia_La ProvaVegana-Crudista-Igienista

Unisciti anche tu al Blog de ilDragoParlante, inserendo la tua mail in alto a destra, cosí da non perderti i prossimi articoli, video ed eventi! Connettiamoci anche sulla pagina Facebook e vediamoci sul canale YouTube de ilDragoParlante

Please rate this

44 COMMENTI

  1. Ciao Serena! Prontissima a iniziare,mi sono scaricata nel cell le ricette e domani comprerò quello che mi manca. Mi sa che varierò un po’ le ricette perché in Romagna pomodori e peperoni si vedono solo d’estate,per il resto tutto ok. Sono sicura che sarà un’esperienza fantastica come quella invernale. Un abbraccio ciao!!!

    • Ciao Marianna!! Certo, puoi scambiarli con cetrioli, sedano o puoi anche decidere di fare piú pasti di frutta 🙂 Sembra che questo periodo sia un po’ ambiguo perché non sempre le ciliegie si trovano, le arance stanno finendo e anche le fragole dicono alcuni… cerchiamo di fare quello che possiamo, scegliendo i frutti e la verdura che troviamo nelle nostre vicinanze 🙂 Se c’é qualche dubbio, come sai, io rimango comunque a disposizione 😉 Un abbraccio a te!

  2. Ciao serena!!!
    Forse parteciperò anche io:)
    Ma a colazione andiamo di succhi?
    O acqua o frutta acquosa fino a pranzo?
    Grazie!!!
    E complimentissimi mi piacciono un sacco i tuoi articoli!!!

    • Carissima Laura, che bello 😀 Sí, dai provaci…fosse anche per un paio di giorni. Giá sentirai la differenza 🙂 Per colazione e fino alle 12 hai capito bene, sarebbe meglio mangiare solo alimenti ad alto contenuto di acqua e quindi principalmente frutta succosa e verdure. Se non ti soddisfa (e magari se fai tanto sport) puoi sempre aggiungere al snack della frutta piú densa come le banane o anche un pugnetto di frutta secca. Se ci sono altre domande/dubbi io rimango a completa disposizione. E che La Prova abbia inizio 😀

  3. Grazie serena!!!
    A dire il vero mangio crudo fino scena, dove aggiungo un po’ di cotto e ahimè..qualche schifezza vegan post cena, che mi appaga molto, e che mi gratifica anche..
    Questo so che non va bene, come mangiare dopo cena, perché metto a repentaglio tutta la digestione e mi toglie energia per il giorno dopo…
    Per questo parteciperò all’evento,per sentire la differenza e avere uno schema 😉
    Immagino siano ammessi spuntini di frutta in caso di fame!!!
    Ciaooooooooo

    • Hihi…abbiamo tutti i nostri deboli 😉 L’importante é riconoscerli e mantenere l’obiettivo sotto gli occhi. Certo che van bene spuntini di frutta e verdura in caso di fame 😀

  4. Ciao Serena, mi sai dire perchè se clicco sui vari link per la spesa e le ricette il mio browser (ma anche altri) mi avverte che la navigazione verso quelle pagine non è sicura?

  5. Ciao Serena!
    Ho testato io i nuovi link che hai postato e funzionano alla perfezione! Grazie! Anche io avevo lo stesso problema!
    Già che ti sto scrivendo… per caso avresti un sito in partivolare da consigliarmi x acquistare uno spiralizzatore economico? Grazie mille.
    baci, sei fantastica e mi stai insegnando un sacco di cose! Continua così!

    • Ciao Ari! Grazie per il feed-back. Certo, se qualcosa non funziona, apprezzo che mi venga segnalato 🙂 Prova a vedere tra i prodotti amazon se ce n’é uno che ti piace esteticamente e fatti aiutare dai commenti di altri clienti. Altrimenti dovrebbero averne ormai anche in negozi tipo MediaWorld, o per elettrodomestici, o no?
      Sono felice possa condividere con voi le mie esperienze e parte della mia vita, grazie infinite a tutti voi per il supporto!!! 😀

    • Ciao Laura! Il latte di cocco in lattina é un latte pastorizzato, ossia lavorato ad alte temperature e pertanto non crudo. Sarebbe preferibile trovare del cocco fresco maturo, farlo a pezzettini, frullarlo con dell’acqua per un paio di volte e poi filtrarlo con un colino. So che é un lavoro, ma la qualitá é incomparabile 🙂

  6. Alla fine faccio un pò come tanti: mi accodo in ritardo e con qualche variazione vegana (al mattino il latte di soia al cacao non è malaccio)……
    ieri sera ho provato la cena con fragole kiwi e succo d’arancia, e devo dire non me l’aspettavo fosse così buono il risultato finale.;il succo d’arancia lega bene gli altri due frutti acidi. Purtroppo per ragioni pratiche legate al lavoro non posso seguire scrupolosamente i menù dei pranzi (non tutti almeno), ma almeno quelli della sera li rispetto, anche perchè malgrado le mie “dipendenze” ad alcuni cibi cotti, da quasi 1 anno mangio molto crudo, circa il 50% dei miei pasti giornalieri, quindi in un certo senso mi sento a mio agio a leggere e sperimentare i menù che proponete; e poi per mia natura sono una persona molto curiosa.Tra l’altro da stamattina ho ripreso anche la mia attività fisica quotidiana ( era dall’inizio del digiuno lungo di febbraio che non facevo più nulla): 5 minuti al giorno col piano d’allenamento di Sunfire. Riguardo la meditazione, so per esperienza che arriva “in automatico”, basta fare le cose giuste e con costanza.

    • Ciao Davide! Grazie per averci scritto 😀 Va benissimo come stai facendo…il menú é semplicemente una guida e puó essere modificato secondo i propri gusti e le proprie possibilitá 🙂
      Poi le ricette mica scappano 😉 Le puoi sempre provare nelle prossime settimane quando hai voglia di qualcosa di “diverso”. Che bello che tu abbia ricominciato a fare attivitá fisica! Anch’io quando comincio a cambiare qualcosa nella mia vita, allora anche la mia vita cambia, e quando comincio a prendermi piú cura del mio corpo, ad esempio, migliorando la mia alimentazione, allora mi viene voglia di migliorare anche altre parti della mia vita 😀 Continua cosí!!!

  7. Ciao! Questa settimana le mie papille impazziscono! Ma quanto era buono il gelato della cena!!! Finora anche il resto dei pasti mi è piaciuto molto..brave brave Serena e Francesca 😍

    • Ciao Marianna! Mi stavo giusto chiedendo dove eri finita, mi sei mancata 🙂 Sono SUPER felice tutto ti stia piacendo e che questa Prova stia andando a gonfie vele!!! YEAH 😀
      Grazie mille del feed-back e dei complimenti!!!

  8. molto buono il gelato, confermo..
    sarei qui a chiedervi quasi quasi una settimana aggiuntiva..se davvero volessi continuare dove potrei trovare uno schema settimanale così bello?
    pur avendo tantissimi libri sul crudissimo e tantissimi siti web a disposizione, un menu così ben fatto e vario non saprei comporlo…
    grazie

    • Ciao Lara! Innanzitutto grazie mille per questo bel complimento, ci lusinga tantissimo!!! 😀
      Se vuoi continuare con il crudismo potrei suggerirti di dare un’occhiata alla proposta di Frederic Patenaude, dove propone un Kit per chi é sul cammino di un’alimentazione piú sana, tendenzialmente crudista. Propone molte ricette, video e soluzioni adatte a tutti. Un Kit che sponsorizzo perché trovo valido. Ecco qui il link: http://www.crudoesalute.com/prodotti/starterkit/
      Inoltre ti invito a far parte del gruppo chiuso su facebook, nato dall’ultima Prova d’Inverno, un gruppo di supporto affiatato, dove incontrerai persone molto amichevoli e gentili. Lí ci si puó confrontare, senza (pre)giudizi e critiche, per imparare qualcosa di nuovo, assieme. Ecco qui il link: https://www.facebook.com/groups/357488771126410/?fref=ts
      Altrimenti ancora rimani “collegata” per il prossimo evento La Prova Vegana – Crudista – Igienista che riproporremo in estate sempre qui su questo sito e su facebook.

      Grazie mille a te per la partecipazione e sono davvero felice questa settimana tu abbia deciso di metterti alla Prova 😀

      • Grazie serena:)
        Non è ancora finita ma posso dirti che è proprio una bella esperienza..
        Farò come hai detto, nel frattempo ti ringrazio tantissimo, avete fatto tutte un grande servizio e piacere a tutti noi….

        • Che meraviglia!! Grazie mille a te di partecipare con cosí tanto entusiasmo e voglia di metterti in gioco 😀
          Siamo felicissime che l’esperienza ti stia piacendo e speriamo di “vederci” ancora e presto 😉

  9. Il gelato alla carruba era molto buono, peccato che la polvere ricavata dal macinino elettrico fosse poco fine…vabbè in mancanza di macina a pietra o farina già pronta, va bene lo stesso; invece quello al cocco è stato deludente: la materia prima disidratata perde molto in questo caso (secondo me).
    Considerato che faccio molti pasti a base di frutta intera,mono e poli, oggi ho optato per il frullatone del martedì, solo che siccome sono particolarmente “fortunato”, il cocco comprato ieri sera al Carrefour era da buttare, e quindi stamattina ho miscelato 3 pere con un mango e una mela rossa piccola, risultato finale? Forse troppo denso ma gustoso e soddisfacente.
    Stasera invece, germogli di soia permettendo, sperimenterò l’insalata del sole….non vedo l’ora.

  10. Si, confermo anch’io è davvero buona e la prossima volta non ci metto il radicchio e uso solo verdura non amara, verrà pure meglio! La trovata dei pomodori secchi reidratati inseriti nel patè è geniale, perchè gli conferisce quel poco di sapidità che il palato richiede in questo genere di piatti.
    P.S: ieri sera mentre la preparavo, d’istinto ho dato una leccatina ad uno dei pomodori freschi tagliati,e ho avvertito anche in questo caso “un che di sale”…….risveglio delle papille???

    • Sííí Davide!! Stai assaporando i sali minerali. Se noti anche il peperone e il sedano hanno lo stesso sapore ed é per questi alimenti che abbiamo il gusto “salato”. Ma sono sali organici e quindi assorbibili dall’organismo, non velenosi come il cloruro di sodio (sale da cucina) 😀 Che bello quando si fanno queste “scoperte”, no??!!
      Evviva l’Insalata del Sole 😀

  11. Anch’io mi associo!! Era super! Io però non ho usato i pomodori (in Romagna sono di stagione verso luglio) ma li ho sostituiti con le fragole…extra slurp😋

  12. Marianna anche io sono romagnola, ma non sono brava come te…devo dire che certe cose le compro anche fuori stagione…
    Io solo con cavoli e insalata di inverno do di matto!!!:)

    Anche io ho voglia di sale..molto più che di zucchero!!!

    • Per me siete comunque tutti bravissimi! Io qui che ho frutta tropicale tutto il tempo, comunque mangio del cotto…a volte anche non ben combinato 😉 Hehe…
      E la voglia di qualcosa di piú salato rimane, di zucchero no con tutta la frutta che mangio 😀

  13. Stamattina mi sono accorto che nel pdf dei pranzi manca il pasto del sabato (perchè non l’ho notato subito????); poco male….con 5 pere e 2 mele ho cmq pranzato più che bene. Per stasera vorrei nuovamente mangiare frutta ma ho un dubbio sulla corretta combinazione della papaya,con quali altri frutti posso abbinarla?

    • Caro Davide, il pranzo era giá spiegato sul menu settimanale 😀
      Comunque la papaya é un frutto che combina molto bene con molte cose. Ad esempio é ottima con frutta dolce e semi-dolce. E ti diró di piú, siccome contiene papaina (specialmente nel frutto non completamente maturo), un enzima per la metabolizzazione delle proteine, é uno dei pochi frutti che combinano bene anche con frutta secca, semi, cocco e arachidi…

  14. Grazie Serena, ieri sera poi l’ho abbinata a 2 banane e una decina di datteri, ma non mi ha entusiasmato parecchio; forse era la varietà messicana, che ho letto essere meno dolce…..
    …..se mi ricapita di nuovo la papaya stavolta la provo di un’altra provenienza e la accosto ai semi di girasole, anacardi e avocado.
    P.S: mentre ti scrivo sto assaporando i “tacos” croccanti, strani ma buoni. Stasera invece proverò il gazpacho con i germogli.

    • Davvero non ti é piaciuta con le banane e i datteri? É una delle mie ricette favorite 😀 Spesso faccio banane e papaia a pezzettini e una salsa di datteri-cocco-banana e trovo questa combinazione ULTRA deliziosa e soddisfacente 😀 Comunque mi ricordo quando comprai la mia prima mezza papaia in Germania… 3 euro!! E sapeva da vomito. Non ti nascondo che avevo paura a riprovare questo frutto anche qui in Sudamerica, poi mi sono fatta convincere da delle signore del mercato in Bolivia. WOW! Le papaie lí avevano un gusto da fiori!! Ci sono piaciute cosí tanto che una volta per 5 giorni consecutivi abbiamo mangiato SOLO papaia 😀

  15. Ciao Serena una domanda: Ma il discorso di limitare la frutta essiccata come raccomandato anche dal Dr. Patenaude vale anche per i datteri freschi? O sono da equiparare a tutta la frutta fresca? Inoltre mi sono accorto che proprio con i datteri e con le banane anche se ben mature ho dopo mangiato delle difficoltà digestive come di pesantezza di stomaco. Questo è un vero problema per me che dovrei mettere su peso e di frutta dolce qua in Italia abbiamo una scelta molto limitata! Sapresti suggerirmi qualcosa?

    • Ciao Gennaro! Quando Frederic dice di consumare la frutta essiccata con parsimonia si riferisce soprattutto ai datteri! Lui li considera il junk-food dei crudisti. Da una parte é vero, ci sono persone che ne mangiano anche 20-30 in un colpo o dei chili in poche settimane!! Li considera cibo spazzatura perché in effetti il loro valore nutritivo non é da paragonarsi all’altra frutta disidratata, come uvetta o albicocche, e contengono tantissimi zuccheri. Ma il suo vero problema con la frutta essiccata é per via dei vari problemi dentali tra i crudisti, che per lui sono provocati anche dall’esagerazione nell’assunzione di questa. Essendo la frutta essiccata appiccicosa e collosa, quando la mangiamo, tende a rimanere fra i denti, offrendo un’alimentazione perfetta ai batteri che vivono nella cavitá orale. (Anche per questo il filo interdentale é molto importante per una pulizia completa.) Ecco, questi sono i motivi per i quali suggerisce di limitare la frutta essiccata.
      Detto questo, secondo me la frutta essiccata é una buona alternativa ai dolci, pasticcini, brioche, allo zucchero in generale, dal quali molti hanno una dipendenza. Nella transizione al crudismo richiamano quel senso di dolce dolce che altrimenti solo una banana matura, un mango dolce o un caco potrebbe darci. Oltre a fornirci di energia, vitamine e minerali. Secondo me va bene inserirla in un piano alimentare crudista, specialmente in inverno, quando la frutta fresca scarseggia e abbiamo bisogno di piú energia perché fa freddo. Ovviamente, come con tutto, non bisogna esagerare 🙂 Ad esempio, non mangiare piú di 5-10 datteri al giorno, dipendentemente dall’attivitá fisica svolta, corporatura, temperatura ecc.
      Se la combinazione datteri e banane ti crea problemi, allora evitala. Evita tutto ció che ti provoca disagio e prediligi combinazioni semplici, inserendo di piú la mela, che é un frutto che si presta bene ad essere combinato sia con altra frutta che con verdura (ad esempio in insalate) e apporta anche una buona dose calorica (una mela grande rossa arriva anche a piú di 100kcal). Inoltre, consuma la frutta essiccata da sola, previo ammollo in acqua.

  16. Visto che non sono su facebook (anche se mi sono divertito ed appasionato a leggere ciò che scrivevano un pò tutti), voglio fare qui il mio resoconto della “prova” della passata settimana:

    Lunedì 4 maggio: colazione con 1 pera e 2 datteri; pranzo con 4 pere e 4 mele. Cena con un pungno di riso basmati e verdure messicane.

    martedì 5 maggio: colazione con un boccale da birra pieno di latte di soia e cacao, pranzo con 9 banane medie. Cena con macedonia di fragole, kiwi e succo d’arancia spremuta.

    mercoledì 6 maggio: colazione con 1 bicchiere d’acqua e il succo di 1 limone e mezzo; pranzo con 2 mele rosse 5 pere e 5 datteri. Cena con gelato crudista al cocco e alla carruba.

    giovedì 7 maggio: colazione con 2 bicchieri e mezzo di latte di soia al cacao e dopo un’ora 1 bicchiere scarso, molto annacquato di frullato di pere mango e mele. Un’ora prima di pranzo una tisana al tiglio;pranzo con 1 litro di frullato denso con gli stessi frutti del mattino, e cena con un’insalata del sole con la variante dell’aglio orsino al posto dell’erba cipollina.

    venerdì 8 maggio: Colazione con 1 frullato abbastanza grande di ananas e arancia bionda. Pranzo tardivo con insalata di carote, olive nere, cavolo cappuccio, prezzemolo, mele verdi e limone.Cena con vellutata di zucchine con aggiunta di pomodori secchi, avocado,basilico e aglio orsino,il tutto mangiato con “cucchiai” di foglie di lattuga romana.

    sabato 9 maggio: Colazione con 1 mela tagliata a spicchi e accompagnata da una mousse di pera. Pranzo con 5 pere e 2 mele rosse. Cena con una papaya, 2 banane piccole e 10/12 datteri.

    domenica 10 maggio: Colazione con 1 bicchiere di succo d’arancia e limone (1/2 acqua e 1/2 succo); pranzo con 8 tacos crudisti (banane e lattuga romana) e cena con gazpacho modificato: al posto del peperone verde ne ho messo 1/2 rosso,l’erba cipollina l’ho sostituita con 1 foglia di aglio orsino, e ho aggiunto un pezzetto di cetriolo privato dei semi interni.

    Mi ritengo doppiamente soddisfatto, perchè in 7 giorni sono riuscito sia a stare alla larga da grano e derivati, sia ad aumentare la percentuale di crudo giornaliera (quando ero costante non andavo oltre il 50%); tra l’altro in questa prova, non mi sono praticamente accorto della mancanza di sale, olio, peperoncino che per me sono ingredienti quasi quotidiani.
    Pur avendo molto materiale raw sul pc, non mi ero mai spinto così avanti…….grazie, grazie davvero a te Serena, ma anche a Francesca e Gioia, e grazie anche a tutte quelle persone che sul social network hanno condiviso i loro timori, le loro soddisfazioni, e anche i loro limiti perchè no.

    P.S: stamattina ho iniziato la settimana nuova con un frullato di ananas/kiwi/limone e ho fatto pranzo con 8 pere, ma stasera cederò il passo ad una pizza…..mi manca!!!

    • Ma grezieeeeee Davide!! Che meravigliosa condivisione 😀 Siamo strafiere di te!! Tra poco pubblicheró anche i certificati di partecipazione e direi che tu te lo sei piú che meritato 😀
      Sono davvero davvero felice questa settimana sia stata cosí positiva e tu sia riuscito a portarla a termine. Una settimana praticamente senza sale, erbe e condimenti forti, senza glutine… BRAVO!! Allora ti aspettiamo anche per quella estiva 😉

  17. Dopo una settimana di crudo intenso, il pasto cotto di ieri sera è stata una ulteriore sorpresa, perchè non mi aspettavo proprio di saziarmi a poco più di metà pizza; malgrado la mia esile corporatura (60/63 kg) mangio cotto da far spavento (a marzo sono addirittura arrivato a mangiarne 2, e da queste parti le pizze sono mediamente da 500 grammi). Effettivamente mangiare con più calma, masticando a lungo cambia parecchio le cose, e posso anche dire che questa storia della forchetta posata tra un boccone e l’altro ha funzionato realmente, perchè mi sentivo meno vorace e più riflessivo; masticavo, gustavo la mia portata, ma guardavo la pasta della pizza col suo condimento e pensavo che una volta giunta nel mio stomaco ci avrebbe messo parecchio ad essere digerita, perchè al di là del buon sapore, era una cosa strana per il mio corpo. E così è stato, ho fatto molta fatica a digerirla…….
    …….forse sarà stata la suggestione,o forse no, ma una cosa credo d’averla imparata: mai più pasti cotti senza prima una piccola insalata.

    • Hihi Davide… devo dire che la suggestione gioca anche un grande ruolo 😀 Se pensiamo che una cosa ci faccia male, fosse anche un frutto, allora ci fará male sul serio… la nostra psiche non é da sottovalutare! Ma mi stupisce che ti sentissi sazio giá a metá pizza! Di solito dopo queste belle mangiate di crudo, visto che lo stomaco si é allargato, si é in grado di mangiare piú volume di cibo, di tutto il cibo…anche di pizza 😀 Ma vedo che hai seguito il protocollo suggerito da Francesca e questo sicuramente ha immensamente aiutato. Mangiare piú consapevolmente… dovremmo farlo proprio tutti 😀
      Bella condivisione!

  18. Strano che anche i datteri freschi siano peggio dell’altra frutta essiccata..alla fine non sono un frutto crudo e integrale? Si in effetti io quando li mangio non riesco a fermarmi prima dei 250/300 grammi che combino in genere con banane o mele che comunque sono ricchi d’acqua. A questo punto dici che devo preferire a questi fichi e uvetta?? Un 150 grammi 3/4 volte a settimana secondo te sono troppo? Tieni presente che sono sottopeso e in nessun modo riesco a rimediare..

    • Come ti scrivevo, piú di 5-12 (max. 15) datteri al giorno non credo bisogni consumarne. La combinazione é buona. Tieni peró conto che le mele sono sí colme d’acqua, le banane un po’ meno. Non mi stupirebbe se ti sentissi assetato dopo un pasto del genere. Secondo me la variazione é chiave e quindi sí a datteri, fichi, albicocche, mele essiccate ed uvetta 😀
      Per aumentare di peso ti consiglierei non solo di puntare sulla dieta, ma anche sull’attivitá fisica. In particolar modo quella per metter su muscolo, che puó andare dalla palestra, pesi, body-building, freelitics, calistenia, arti marziali… devi vedere tu quello che ti appassiona.

  19. Io, a differenza di Davide, invece, ho notato che la digestione dei pasti cotti è stata assolutamente semplice… a pranzo, domenica, abbiamo mangiato abbondante e non esattamente ben associato, poi, la sera, siamo usciti per una pizza con gli amici, però non ho avuto alcun problema dopo… pensavo fosse dovuto al fatto che l’apparato digerente aveva avuto un periodo di riposo e fosse in grado di operare efficientemente…

    • Sí, in effetti anche questo puó essere il caso. Dipende anche peró da come hai passato l’ultima settimana: sei stata fedelissima alla settimana crudista? Perché Davide non ha proprio sgarrato 🙂 Comunque succede anche a me, ci sono delle volte che ho proprio voglia di un qualcosa di cotto, magari neanche strettamente vegano, e, anche se lo mangio in cattiva combinazione, non mi crea problemi. Peró poi ci sono delle volte che credo di voler qualcosa di cotto, lo mangio e non mi soddisfa e magari non lo digerisco neanche bene. Insomma, é davvero soggettivo e varia di momento in momento, ma almeno riconosco il perché di un mal di pancia o il fatto che non posso cavarmela perpetrando con le cattive abitudini… prima o poi si pagano le conseguenze 🙂

LASCIARE UNA RISPOSTA